Scampate – Cantone 0 – 1 IL COMMENTO

WhatsApp Image 2018-06-15 at 23.14.53

Marcatori : 7’ st Bezzi (C) assist Mosca

Seconda semifinale d’andata di questa edizione 2018 della Coppa dei Cantoni. A sfidarsi i vincitori dell’edizione 2017 contro i vincitori dell’edizione 2015, due delle squadre che si sono dimostrate più in forma negli ultimi anni di Coppa. Per Scampate assente solo il portiere Rigonat, mentre per Cantone non si vedono Codeluppi, Golinelli e Ferrari M., 3 giocatori fondamentali nello scacchiere della squadra di giallo vestita. Arbitro dell’incontro Enrico “Pepo” Morini.

La partita inizia e Cantone è ancora mentalmente all’aperitivo da Catte: dopo solo 2 minuti Bertolini M. imbecca Crivaro al limite dell’area con un passaggio non eccellente, controllo, pallonetto di esterno destro e palla che rimbalza sulla traversa. Dopo questa défaillance Cantone rialza la testa, anche grazie alle ripartenze micidiali guidate da Zorra, al rientro dall’infortunio e in versione puntero. Al 7’Bertolini F. sbagliando l’anticipo regala palla a Mosca che allarga su Zorra, tiro potentissimo deviato in calcio d’angolo da Bertolini G.. Al 15’ l’azione più nitida del primo tempo ce l’ha Scampate con il nuovo acquisto Benassi: palla a mezza altezza, il biondino si coordina egregiamente di destro, ma Brindani compie un autentico miracolo respingendo la palla in calcio d’angolo. Al 24’ Scampate ci riprova: Crivaro tenta il tiro che viene smorzato da Pinetti e finisce tra i piedi di Valentini, che però spreca da pochi passi tirando a lato. Sul ribaltamento di fronte Zorra prova con una gran botta a fil di palo, ma Davoli disinnesca abilmente in angolo. Proprio sul corner Mercati prova a sorprendere tutti direttamente dalla bandierina con un tiro sul primo palo che rischia di far fare a Davoli il più brutto degli autogoal. Prima dell’intervallo da segnalare un bel lancio di Crivaro per Benassi che però incrocia troppo di destro. Fine primo tempo.

Dopo un breve intervallo le squadre rientrano in campo e come nel primo tempo è Scampate a dettare il ritmo. Prima un bel lancio di Cattolico A. su Valentini che però non ci arriva per un soffio, poi Davoli su punizione dalla trequarti Scampate imbecca sempre Valentini che di tacco trova Mazzieri con una palla un po’troppo alta per essere deviata in maniera decisa in porta. Dopo un paio di calci a centrocampo ecco l’episodio che sblocca il match: Mosca filtrante in avanti apparentemente per nessuno, i fratelli Bertolini F. e G. si guardano negli occhi e lasciano sfilare la palla, ma ecco che dal nulla appare Bezzi che da pochi passi beffa il portiere di Scampate. 1 a 0 Cantone e neanche capitan Ferrari ci può credere. Da questo momento in poi la partita si fa più serrata e Scampate non riesce a trovare la via della porta. Si fanno male Davoli per Cantone e Mazzieri per Scampate. Con l’uscita del suo fantasista la squadra campagnola perde la vivacità che l’aveva contraddistinta fino ad ora e Cantone assume il controllo della partita. Prima Pinetti con una punizione alla Zlatan tutta potenza  non sorprende Davoli, poi Bertolini chiude bene su una ripartenza 1vs2 di Mercati e Mosca. Al 25’ Mezzadri pesca Ferrari sulla trequarti di Scampate con un bellissimo filtrante, ma il capitano di Cantone a tu per tu con Davoli non ha la freddezza necessaria per segnare e gli tira addosso. Nei minuti di recupero Mercati si sveglia, dribbla tre avversari a centrocampo e si procura una punizione al limite dell’area. Zorra ci prova, ma la palla esce di pochissimo a lato del palo, sancendo la fine della partita.

La partita finisce quindi 0-1 per la compagine di giallo vestita. Scampate Lunedì sarà chiamata a cercare di ribaltare il risultato, prestando però attenzione al ritorno di Codeluppi, Golinelli e Ferrari M., personaggi non proprio comodissimi.

PAGELLE:

SCAMPATE

DAVOLI: A fine partita è arrabbiatissimo con se stesso per il goal preso, sa che poteva fare di meglio, ma da così vicino chiunque avrebbe potuto segnare. Chiude la porta in faccia a Ferrari nel finale evitando un parziale più pesante e nel corso della partita sventa qualche tiro pericoloso. Voto 6.0 Don’t be so severe

BERTOLINI G.: Primo tempo da incorniciare per puntualità e precisione, secondo da dimenticare. Si addormenta sul goal di Cantone, si lascia scappare Ferrari alle spalle e si lamenta costantemente. Alla fine prende una vera botta in faccia, ma persino suo cugino afferma “Urla sempre, non si sa quando fa seriamente”. Voto 5.5 Al lupo, al lupo

BERTOLINI F.: Qualche distrazione nel corso della partita, come sull’azione del goal, ma compie anche un paio di interventi provvidenziali in situazioni di 1vs2 da far vedere e rivedere nelle scuole calcio. Voto 6.5 Maestro

GIOVANNELLI: Fatica a trattenere Mosca e Zorra che spesso attaccano dalla sua parte. Non è proprio la sua serata e si vede. Voto 5.5 Sbiadito

BEZZI: Si siede in panchina al mio fianco e alla mia domanda: “Perché non entri in campo?”, replica affermando di essere infortunato. Peccato… Avrei voluto pagellarlo volentieri. Voto S.V.

BERTOLINI M.: Capitano in campo, a volte si dimentica di fare i cambi, ma è sempre pronto a fare spazio agli altri. In mezzo non brilla certo per le sue doti tecniche, ma con Mazzieri a fianco non è quello il suo ruolo. Quando scende il fantasista, lui e tutta Scampate perdono la bussola. Voto 6 Amico fedele

MAZZIERI: Purtroppo è costretto a scendere nel momento in cui Scampate aveva più bisogno di lui. Anche se i critici dicono che è un po’ ingrassato dall’ultima apparizione alla Coppa, i piedi rimangono sempre quelli buoni di un tempo. Voto 6.5 Il Benessere

BRAGLIA D.: Potrei fotocopiare la pagella del cugino Matteo. A differenza del primo ci prova con un paio di tiri da fuori che però non hanno la potenza necessaria per poter impensierire Brindani. Voto 6 Guardia alta

BENASSI: Stasera è il migliore dei suoi! Il FantaCoppa ha ripagato la gente di Scampate con questo ragazzo fresco affamato di goal. Ci prova con una gran botta da fuori, coordinandosi egregiamente, ma a difendere la porta trova un Brindani strepitoso. Si fa trovare pronto e crea le azioni più pericolose. Voto 7The new Golden Boy?

CATTOLICO S.: Corre tanto, si fa vedere in avanti e copre in difesa. Davanti a sé ha un avversario scomodo come Mezzadri e forse, intimidito dalla sua ferocia, scarica molti palloni all’indietro. Non gli resta che osare qualcosina in più, anche perché i piedi ce li ha. Voto 6.5CBCR: Cresci Bene Che Ritorno

CATTOLICO A.: A differenza del figlio corre meno, ma per fortuna il calcio non è fatto solo di corsa. Quando i suoi compagni gli danno la palla sui piedi, è una sicurezza. Gestisce bene la palla da fermo e a sprazzi fa vedere anche dei bei lanci per i compagni. Voto 6+ Piedino fatato

CRIVARO: Il Golden Boy di Scampate stasera non brilla come il solito. E pensare che la serata era cominciata al meglio con una traversa colpita dopo soli due minuti. I suoi tiri vengono sempre respinti dalla difesa di Cantone e perciò cerca di trasformarsi in uomo assist con il suo amichetto Benassi. Voto 6 NO Bomber, NO Party

VALENTINI: Si divora un goal già fatto a pochi passi dalla porta e fatica a trovare spazi tra la difesa granitica di Cantone. Da segnalare un bel colpo di tacco per Mazzieri che però mi è sembrato un po’ casuale. Spero di essere smentito nella semifinale di ritorno. Voto 5Il Cobra non è un serpente

CANTONE

BRINDANI: Grande prestazione dell’estremo difensore di Cantone. Probabilmente uno dei portieri più forti della Coppa. Disinnesca una gran botta di Benassi dal limite con un tuffo da Serie A. Dà grande sicurezza tra i pali e a tratti ricorda il Casini dei tempi migliori. Se dovesse continuare così Cantone sarà al sicuro per i prossimi 30 anni. Voto 7 Saracinesca

PINETTI: Difensore granitico. Stasera annulla Crivaro stando perennemente attaccato all’attaccante. Batte le punizioni nella sua trequarti e oggi ci prova anche dal limite tirando una bordata incredibile che però trova Davoli attento. Voto 6.5 Poderoso

FERRARI F.: Capitano tutta corsa e precisione. Difende nella prima parte, mentre nella seconda, quando Scampate si allunga, prova qualche galoppata in avanti. A tu per tu con Davoli si fa ipnotizzare, ma da difensore glielo perdono. Voto 6.5 Difensore vecchia scuola

DAVOLI: Gioca una partita tranquilla e gestisce le poche scorribande avversarie. Riceve un calcio in faccia da Benny ed esce dal campo tra gli abbracci dei suoi compagni. Voto 6 Amato da tutti

DAIU: Corre forte, ma se le ripartenze di Cantone non si trasformano mai in goal la colpa è spesso sua. Troppo individualista, non passa mai la palla e si intestardisce. Basterebbero un paio di 1-2 per andare sempre in porta. Voto 5.5 Testardo

MEZZADRI: Come Davoli gestisce bene le discese dei suoi avversari. Intimorisce Cattolico S. e ci prova anche con un paio di bei lanci per i suoi compagni. Si lamenta come al solito in un paio di occasioni, ma ormai è ordinaria amministrazione. Voto 6+ Avversario temibile

MERCATI: Molto agitato fin da subito. Fa valere il fisico e non ha paura a dare calci quando servono. Gli avevo promesso un 5 a fine primo tempo se avesse continuato così, ma purtroppo alla fine ci delizia con un gran dribbling su tre avversari a centrocampo e guadagna la punizione che chiude la partita. Voto 5.5Quinto cerchio: iracondi e accidiosi

ARKU: Corre tantissimo, ma spesso a vuoto. Se tutta la foga che ci mette avesse un riscontro nelle giocate in campo, sarebbe anche un bel giocatore. Voto 5.5 Stay Calm

BEZZI: “Primo tempo, passaggio filtrante per lui perfetto, Bezzi scatta, ma sembra tirato da qualcuno dietro”. Questo è ciò che avevo scritto prima del goal. Poi però ha il merito di crederci fino alla fine e segnare un goal pesante in vista della doppia sfida. I suoi compagni si chiedono ancora come abbia fatto a segnare. Voto 6.5 Miracolato

ZORRA: Il migliore dei suoi. Non poteva tornare in maniera migliore dall’infortunio. Comincia la partita da trequartista/attaccante e fa quello che vuole. Quando si abbassa fa ballare il centrocampo di Scampate e quando punta la porta trema anche Pietro Braglia in panchina. Piedi e agilità a servizio della squadra. Cerca anche di segnare, ma trova un Davoli attento. Voto 7.5 Er Messi de’ noantri

MOSCA: Stasera è in forma e si vede. Salta Giovanelli solo con grandi giocate (vedi sombrero di fronte alla panchina) e gestisce al meglio le palle che gli vengono passate. Nelle ripartenze si fa sempre vedere largo pronto per ricevere palla ed ha sempre un occhio di riguardo per i compagni. Voto 6/7 Altruista

ARBITRO MORINI: Primo tempo abbastanza semplice, mentre il secondo si incattivisce un po’. Non estrae cartellini, ma richiama più volte tutti i giocatori di entrambe le squadre. Gestione serena del match. Voto 6/7Damato